I ruoli di WordPress: quali sono e cosa possono fare

di | 23 Settembre 2020

All’atto della creazione di un nuovo utente una criptica voce potrebbe essere data dal menu a tendina Ruolo.

Come possiamo vedere ad ogni utente possono essere assegnati diversi ruoli: Sottoscrittore, Collaboratore, Autore, Editore e Amministratore.

WordPress è basato su un sistema Ruoli-Capacità.

Ossia, in base all’appartenenza ad un dato ruolo le capacità di compiere un certo numero e tipo di azioni risultano essere più o meno limitate.

Tutti ruoli di WordPress e le loro funzioni

Amministratore

Il ruolo di Amministratore ha tutte le capacità, ovvero potrà supervisionare non solo tutto ciò che è inerente la scrittura, la gestione e la pubblicazione degli articoli, ma potrà sovrintendere anche tutte le operazioni amministrative del blog (installazione temi, installazione plugin etc).

Editore

Un gradino più in basso abbiamo l’utente Editore, il quale presenta capacità minori rìspetto all’amministratore: di preciso l’utente Editore potrà scrivere, gestire e pubblicare articoli/commenti propri e di altri utenti, ma non gli isono permesse le funzioni amministrative inerenti il blog come cambiare un tema, installare un plugin, etc.

Autore

Scendendo di un altro gradino abbiamo l’utente Autore ovvero un “Editore ridotto” poiché avrà le stesse capacità dell’Editore ma solo ed esclusivamente per i propri articoli!

Collaboratore

A seguire abbiamo l’utente Collaboratore la cui capacità è limitata solo alla scrittura e alla gestione dei propri articoli ma con l’esclusione della pubblicazione per la quale dovrà attendere il visto dell’Editore o dell’Amministratore.

Sottoscrittore

lnfine l’ultimo ruolo è dato dall’utente Sottoscrittore ovvero il ruolo dei tipici lettori del blog a cui è permesso inserire commenti (eventualmente da convalidare adopera delle figure dell’Editore e dell’Amminìstratore}, ricevere newsletter e leggere gli articoli.

I ruoli utente di default di WordPress disposti in ordine di capacità

Questa serie di distinzioni è importante al fine di comprendere i limiti degli utenti ai quali diamo ben specifici ruoli (compiti), quindi di riflesso capacità di azione sul blog front-end (contenuti del sito) e/o back-end (Dashboard/ bacheca) che sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *