Come aumentare la produttività dei tuoi dipendenti: 4 Metodi scientificamente provati

di | 22 Novembre 2020

Controlliamo la posta elettronica a letto nel momento in cui ci svegliamo, beviamo molto caffè, spostamenti di un’ora due volte al giorno … tutte queste cose mettono a dura prova la qualità del nostro lavoro e della nostra vita.

Senza contare che quando arriviamo in ufficio, molti di noi sono spesso emarginati e pieni di lavoro. I nostri sforzi e le nostre idee vengono ignorate durante quelle 50 o 60 ore stressanti ogni settimana.

Alcuni di noi sono trattati più come numeri che come persone, poiché le aziende scelgono sistemi di classificazione elettronici rispetto alle vecchie, dirette conversazioni settimanali e raramente ascoltano i dipendenti.

Ma non tutto è perduto, perché il movimento verso una leadership centrata sulle persone è ben avviato 🙂

Migliore è la comprensione di noi stessi come leader, migliore è la comprensione delle capacità e dei limiti di coloro che lavorano per noi.

Questo nuovo paradigma di leadership implica l’apprendimento costante di tutti gli elementi di una vita sana ed equilibrata.

La ricerca nelle aree delle neuroscienze, della biologia e delle prestazioni umane ha prodotto alcune idee brillanti e controintuitive su come ottenere di più in meno tempo.

Ho condiviso questi metodi per la comprensione e il raggiungimento del potenziale con il mio team e ora li condividerò con voi.

Neuroplasticità

Non sono un neuroscienziato, ma ne interpreto uno al lavoro. Con ciò intendo dire che leggo costantemente nuove scoperte riguardanti la salute mentale, la chimica del cervello e la scienza della produttività. Uso queste informazioni per diventare un leader migliore e condividerle con il mio team in modo che possano essere più felici e più produttivi.

Migliore è la comprensione di noi stessi come leader, migliore è la comprensione delle capacità e dei limiti di coloro che lavorano per noi.

Si, l’ho già detto. E forse ti sembra non abbia senso come frase. Ma + una frase a cui tengo 🙂

Li’idea comune (anche nella scienza) era che le persone siano mentalmente malleabili solo per un numero di anni fino a raggiungere l’età adulta.

A quel punto siamo fissi in termini di capacità e comportamenti mentali. Quindi, siamo difficilmente malleabili. I nostri ideali, preferenze, opinioni…

Una nuova ricerca invece ipotizza che il cervello adulto abbia un’incredibile capacità di cambiamento.

Ambienti sicuri, diete sane, esercizio fisico e pratiche di meditazione possono distruggere percorsi neurali malsani e essenzialmente ricablare il nostro cervello.

In altre parole…e forse adesso capisci dove volevo arrivare…

I dipendenti non sono risorse fisse. Con una leadership solidale, sfide intriganti, stress minimo e uno stile di vita sano possono essere trasformati nelle versioni migliori di se stessi. I loro talenti innati possono evolversi.

I buoni dipendenti possono diventare ottimi e ottimi dipendenti possono diventare eccellenti.

Poni domande settimanali sulla produttività in modo che i dipendenti riflettano sullo schema di come lavorano insieme alla sostanza di ciò che stanno producendo.

La struttura più antica è il cervello rettiliano, così chiamato perché formato dallo stelo e dal cervelletto. Queste strutture compaiono anche nei rettili, animali privi delle componenti cerebrali più sviluppate descritte di seguito. Il cervello del rettile è antico, controlla la frequenza cardiaca e la respirazione e progettato per proteggerci.

Quando le persone si sentono insicure al lavoro, le loro strutture cerebrali più primitive vengono attivate e non possono accedere ai loro lobi frontali per innovare.

La struttura successiva, il cervello limbico, è condivisa da tutti i mammiferi. È dove vivono emozioni, ricordi e aggressività e controlla gran parte del nostro comportamento. Quando ci preoccupiamo delle nostre vite e relazioni sociali, ci ritiriamo nel nostro cervello limbico.

Infine, noi umani e altri primati abbiamo una struttura specializzata chiamata neocorteccia. Questa struttura, chiamata anche lobo frontale, è responsabile del linguaggio e del pensiero astratto e creativo.

Perché questo è importante nel mondo degli affari? Perché tutti cercano modi per aumentare l’innovazione e la creatività. Questi sono i fattori di differenziazione in quasi tutti i settori. Quando le persone si sentono insicure al lavoro, le loro strutture cerebrali più primitive vengono attivate e non possono accedere ai loro lobi frontali per innovare.

Non si può dire ai dipendenti: “create qualcosa di nuovo o vi licenzio”.

La paura farà sì che il loro cervello inizi a produrre adrenalina e cortisolo e le loro menti creative si spegneranno. Anche se non sei così schietto, creare un ambiente pericoloso e stressante è dannoso per i dipendenti e per le aziende.

Migliora la tua produttività

Quanti di noi leggono le e-mail o rispondono alle chiamate durante i nostri spostamenti, poi vanno direttamente alla scrivania dove svolazziamo avanti e indietro tra progetti e comunicazioni? Sembra un po la tua giornata? Molti sono nella tua situazione.

La verità è che non siamo progettati per funzionare in questo modo. I nostri corpi e le nostre menti seguono un ciclo quotidiano chiamato ritmo circadiano – “cambiamenti fisici, mentali e comportamentali che seguono un ciclo di circa 24 ore, rispondendo principalmente alla luce e all’oscurità nell’ambiente di un organismo”.

Pensa a un sonno sano. Non chiudi semplicemente gli occhi ed entri in uno stato di sonno per otto ore, poi ti svegli. Passiamo da diversi cicli di 90 minuti di sonno ristoratore profondo e sonno REM più leggero e pieno di sogni.

Andare a tutto gas per otto ore va contro il nostro design. Durante il giorno, percorriamo ritmi ultradiani . Sono periodi in cui siamo sempre meno concentrati.

Andare a tutto gas per otto ore va contro il modo in cui siamo stati “programmati”.

Il ritmo ideale è lavorare in quattro o cinque blocchi da 90 minuti durante il giorno, con pause intermedie. La durata dei blocchi può essere ridotta a seconda delle necessità di una persona. Una buona pratica è programmare tre attività importanti al giorno che puoi inserire in questi segmenti e impostare un timer (non sul telefono!) Per gestire il tuo ritmo.

Oppure, se sei in sincronia con i segnali che ti dà il tuo corpo, nota solo quando diventi irrequieto, intontito o perdi la concentrazione. Ciò significa che è tempo di una pausa di 15 minuti.

Ascolta il tuo corpo.

Stati di flusso

Più un lavoro assomiglia a un gioco – con varietà, sfide appropriate e flessibili, obiettivi chiari e feedback immediati – più sarà divertente e con risultati migliori, indipendentemente dal livello di abilità del lavoratore.

Mihaly Csikszentmihaly dal suo libro ‘Flow’

Sei mai stato preso cosi tanto da qualcosa al punto che ogni senso di te stesso o di ciò che ti circonda si dissolve? Ciò accade spesso durante esperienze passive come guardare un film accattivante o uno spettacolo televisivo. Possiamo anche inserire questi stati di flusso durante le attività.

Al lavoro, il flusso è sicuramente più difficile da ottenere. E non solo perché a volte è meno divertente.

Siamo bombardati da distrazioni da una moltitudine di diversi strumenti di comunicazione come e-mail, messaggi di testo, videoconferenze o telefonate. Oscilliamo tra i vari obiettivi che devono essere raggiunti nel momento in cui fischia il fischio, invece di concentrarci su un compito alla volta – un rituale demoniaco chiamato multitasking.

Gli stati di flusso richiedono la definizione di obiettivi sufficientemente stimolanti in modo che una persona possa mantenere la propria attenzione concentrata per un periodo di tempo prolungato.

Quindi, dobbiamo rimuovere tutte le distrazioni dai nostri spazi di lavoro. Infine, deve essere chiaro per noi che stiamo riuscendo in ogni compito che stiamo cercando di realizzare. Quando entriamo in questi stati d’animo, in questa mentalità, aumentiamo notevolmente la quantità e la qualità del nostro lavoro e la soddisfazione che proviamo nel farlo.

I leader devono possedere determinate abilità e talenti naturali, ma queste devono anche essere aumentate dalle informazioni su come e perché le persone si comportano al massimo.

Una volta che i manager capiscono che le persone sono progettate per crescere e migliorare, possono creare ambienti più favorevoli a prestazioni elevate.

Questo articolo è stato scritto da Alessio di Marketing360gradi

Un pensiero su “Come aumentare la produttività dei tuoi dipendenti: 4 Metodi scientificamente provati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *